«Alla Luce» del Nuovo Teatro delle Commedie

Un gioco e una partita. La posta in pallio? Guadagnarsi la vista. Sebastian Barbalan, Michele Cipriani, Silvia Pasello, Francesco Puleo e Tazio Torrini raccontano la storia di due coppie di ciechi che prendono parte a una stranissima «partita». Il croupier detta le regole del gioco che si trovano in un libro dal titolo Alla luce. Una squadra è formata da marito e moglie, l’altra è composta da due fratelli, il più anziano dei quali trascina con sé il più giovane. Le prove da superare durante la partita potranno rendere la vista ai giocatori, ma per ciascuno di essi, il possibile ritorno alla luce, indicherà un diverso destino. Un testo e uno spettacolo per metterci di fronte a una scelta: vedere o restare nell’oscurità, interiore e simbolica, foriera di nuove avventure umane, che non tutti vedranno. Al Nuovo Teatro delle Commedie va in scena uno spettacolo innovativo, che fa riflettere sulla condizione dei non vedenti. Venerdì 6 e sabato 7 marzo, un’ora e venti di teatro vero, come quello di una volta, con la regia Roberto Bacci. «Alla Luce» è il titolo della commedia che rientra nell’ambito del ciclo dei Teatri di Confine, in collaborazione con la Fondazione Toscana Spettacolo.

«Alla Luce» del Nuovo Teatro delle Commedie
0 votes, 0.00 avg. rating (0% score)

You Might Also Like

Lascia una risposta

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>