La fotografia secondo Emanuele Carmassi

Emanuele ci racconta con passione il suo rapporto con la fotografia, dagli albori ad oggi. Ci è piaciuta moltissimo la freschezza delle sue risposte e la passione che mette nel rapporto con la sua reflex. Ecco la sua intervista.

Il tuo primo approccio alla fotografia: raccontaci come hai iniziato ad appassionarti a questo mondo.

Nato nella città del Carnevale ma sempre vissuto nella città del Cacciucco e del “Cinque e Cinque”, fin dalla giovane età sono rimasto “impressionato” dalla fotografia. Il primo colpo di fulmine fotografico me lo regalò il padre di un compagno di scuola delle elementari quando con la sua attrezzatura venne a fotografarci e ogni volta questa magia si ripeteva. Il piacere di fotografare con macchine analogiche e poi digitali è stato un tutt’uno. Prima per gioco poi studiando libri ma soprattutto con l’avvento di internet tanti tutorial per scoprire nuove tecniche di fotografia e di post-produzione.

La tua attrezzatura: cos’hai nel tuo zaino, cosa vorresti e cosa non compreresti assolutamente?

Attualmente ho una CANON 7D con 50 mm f 1.4, 17-40 f4 70-200 2.8 e 18-135 f 3.5-5.6 Il mio sogno?? Mi accontento della CANON 1Dx.

Il tuo mondo fotografico: cosa ti piace fotografare, cosa vorresti imparare a fare e cosa invece non fotograferesti mai. Ovviamente, spiegaci bene il perché delle tue scelte.

Diciamo che ho preferenze per la fotografia “still life” e comunque per le immagini scattate in studio. Giocare con le luci e creare particolari ed originali. Cosa vorrei imparare? Tutto ciò che finora non ho ancora sperimentato. Ed ora il tasto dolente… nella fotografia si parla spesso di cose viste e riviste ecco perché cerco sempre di creare situazioni originali proprio per non cadere nella banalità di uno scatto già visto mille volte.

Tecniche fotografiche particolari: se le usi, quali sono e perché le usi?

La fotografia still life come già detto è la mia preferita insieme alle foto realizzate in studio. Come tecniche adoro il bokeh (sfocato) ed il B/N.

Se tu volessi fare un corso di fotografia, quale faresti e perché (valgono anche corsi di fotoritocco, programmi specifici…) ?

Più che corso di fotografia mi piacerebbe fare qualche workshop fotografico. Mettere subito in pratica la teoria è l’unico modo per imparare a fotografare.

La post produzione: cosa utilizzi, come, perché e quanto ti piace modificare le foto. illustraci le tue tecniche e le tue modifiche preferite.

Per me la post produzione è obbligatoria sia per i lavori che svolgo sia per la foto di tutti i giorni. Scattando in RAW (per mantenere l’immagine in alta definizione) è obbligatorio l’utilizzo dei programmi di elaborazione fotografica come Lightroom e Photoshop.

Hobby o professione… quali sono le tue aspettative nel mondo fotografico?

Per me è un hobby, poi se saprò vendermi ben venga. Il mondo fotografico, duole dirlo, è stato troppo spesso costituito da cialtroni che si sono auto-dichiarati professionisti per aver comprato una reflex.

Fotografare Livorno: cosa ti piace, cosa non ti piace, cosa non hai mai fotografato ma vorresti e cosa non fotograferesti mai a Livorno?

Vorrei fotografare contemporaneamente i nasi dei 4 mori… prima o poi troverò la posizione strategica.

Fotografia per il futuro: raccontaci le tue prossime mosse nel campo fotografico.

Ho appena terminato un progetto, ora vediamo di portarlo un po’ in giro! Poi vari propositi per concorsi fotografici ma per ora idee tante ma il tempo per realizzarle purtroppo è poco.

Lascia un consiglio per la nostra “redazione” (anche se non siamo una testata giornalistica)

Chi lavora con le mani è un operaio, chi lavora con le mani e la testa è un artigiano, chi lavora con le mani, la testa e il cuore è un artista” – direi proprio che avete fatto le cose con il cuore!

Saluti e baci

Ema!

La fotografia secondo Emanuele Carmassi
0 votes, 0.00 avg. rating (0% score)

You Might Also Like

Lascia una risposta

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>