Il Livorno fa 3-3, ma a Vercelli serviva vincere

Serve a poco il pareggio ottenuto dal Livorno al Silvio Piola di Vercelli. Contro i piemontesi, gli amaranto hanno dato vita a uno spettacolare 3-3, dimostrando ancora una volta di essere ben attrezzati nel reparto offensivo, ma di avere dei seri problemi in difesa. Però, alla luce degli altri risultati, oggi serviva solamente vincere.

Pronti via, e i padroni di casa segnano subito il gol del vantaggio. È il quarto minuto quando Sprocati supera in agilità Emerson e batte Mazzoni. L’1-0 fulminio, però, dà al Livorno la carica per svegliarsi e riversarsi all’attacco alla ricerca del pareggio. E così, alla prima occasione arriva l’1-1 con Maicon che raccoglie il pallone, intercettato da Russo sul precedente colpo di testa di Galabinov, e riequilibra il risultato. Al 22′ Jelenic va vicinissimo all’1-2. Bolide da lontano e palla fuori. È il preludio al gol che arriva al 25′ con Siligardi che entra in area e di destro gonfia la rete piemontese. Passati in vantaggio, i ragazzi di Panucci si adagiano sugli allori e allora torna fuori la Pro. Al 37′ Beretta trova sulla sua strada un’impeccabile Mazzoni che compie un vero miracolo. Poco più tardi, però, il portiere livornese non può nulla sulla stecca di Sprocati che segna la doppietta personale, lasciato inspiegabilmente solo dalla difesa amaranto.

Nel secondo tempo il Livorno si sveglia e, dopo aver lasciato sfogare la Pro Vercelli (al 5′ Mazzoni è nuovamente chiamato in causa sul tiro di Ferri), inizia ad alzare il ritmo di gioco. Siligardi e Galabinov creano il panico nella difesa di casa, sfiorando varie volte il gol. Va vicino al 2-3 anche Emerson su punizione. Ma la chance più ghiotta arriva sui piedi di Galabinov che si fa ipnotizzare da Russo da posizione ravvicinata. Come recita l’antica legge del calcio, dopo tanti sbagli, gli avversari segnano. E così, la Pro Vercelli trova il vantaggio all’80 grazie a una deviazione beffarda di Emerson che inganna Mazzoni sul tiro di Luppi. Gli amaranto non ci stanno e continuano ad attaccare. All’82’ Coly atterra Biagianti in area. È rigore netto e l’arbitro indica il dischetto, anche se Jelenic aveva continuano l’azione, facendo gol. Dagli 11 metri Emerson non sbaglia e fissa il punteggio sul definitivo 3-3. Nel finale il Livorno rimane in 10 per l’espulsione di Jelenic per doppio giallo. Ma ormai la partita non ha più niente da dire.

Il Livorno fa 3-3, ma a Vercelli serviva vincere
0 votes, 0.00 avg. rating (0% score)

You Might Also Like

Lascia una risposta

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>