Mia di Domenico e il suo BecomingTrendy

Il suo Becoming Trendy nasce come blog nell’aprile 2012 e in poco meno di due anni diventa un vero e proprio sito. Lei, Miriam di Domenico, fotografa e fashion blogger, a soli diciotto anni decide di buttarsi nel suo sogno. Si sa, il coraggio aiuta sempre chi tenta di aggrapparsi ai propri sogni, anche per Miriam è stato così, il suo sito oggi conta moltissimi followers, la sua pagina ufficiale Facebook 2012 like ed è stato inserito in una posizione invidiabile nella classifica dei cento fashion blog più seguiti in Italia del sito Les Cahiers FM, anche se a lei non piace limitarlo alla sola moda, ha progetti più grandi per lui.

La sua storia ci ha incuriosito, la sua passione per la fotografia ci ha fatto subito venir voglia di conoscerla, di capire da cosa nasce il suo essere una blogger con qualcosa di diverso dalle altre, una ragazza che ama la moda ma confessa che la sua prima passione è la fotografia.

Perché decidi di creare il tuo blog?   

Il Becoming Trendy nasce dalla mia voglia di condividere. Il blog mi offre la possibilità di esprimermi e di confrontarmi per migliorare ed ampliare i miei orizzonti.

Qualche informazione che ci faccia capire meglio chi è Miriam?

 Meglio conosciuta come Mia, ho 20 anni e tanti sogni. In particolare sogno di diventare fotografa di moda. Sono nata in un paesino del Sud dell’Italia per cui provo amore e odio. Curiosa, un po’ testarda, solare e intraprendente. Amo l’arte in tutte le sue sfaccettature. Amo leggere, Jane Austen e Oriana Fallaci. Amo sognare, sempre e comunque.

Sei anche fotografa, i tuoi scatti sono eleganti, particolari, intimi. Come ti sei avvicinata al mondo della fotografia?

Per caso. Avevo da poco scritto la parola “fine” ad un’altra mia grande passione, il pianoforte. Non ricordo esattamente quando o come è nato questo mio amore per la fotografia ma ricordo bene quando ho deciso che sarebbe diventata la mia professione. Mi sono infatti diplomata in fotografia pubblicitaria lo scorso dicembre andando contro tutti e tutto per inseguire un sogno, il mio sogno.

Ti sei definita curiosa, un po’ testarda e intraprendente. Quanto peso ha avuto questo tuo carattere nella scelta di buttarti nell’avventura di Becoming Trendy e comunque in quello dell’arte in genere?   

Tanto. Nel descrivermi ho omesso l’aggettivo “timida”. Sì, sono abbastanza timida inizialmente. Buttarmi in questa avventura mi ha permesso di accrescere la mia autostima, di conoscere nuove persone e di dimostrare a me stessa che se vuoi davvero qualcosa, puoi averla con tanto lavoro e sacrifici.

Sei molto seguita anche sui social. Quanto conta per te il rapporto con i tuoi followers, quindi il rapporto umano che posto occupa in una tua ipotetica lista? 

Il primo posto. Sono una persona comune che ha deciso di condividere la sua passione. Mi piace confrontarmi, condividere e dare consigli nei miei limiti.

Ami il tea delle 17 e Londra di cui dici di custodire gelosamente i ricordi. Anche nel tuo stile spesso si nota questo respiro un po’ british. Cosa ami dell’Inghilterra?

Grazie del complimento! Amo Londra con tutta me stessa e ci tornerei all’istante. Amo tutto! E’ una realtà totalmente differente da quella in cui vivo. E’ una fonte d’ispirazione costante. Mi piace la molteplicità di culture che puoi trovare, immergersi nel verde e lasciarti ispirare. L’unica pecca? Il cibo. Da buona italiana rimpiangerei solo quello!

Progetti che vuoi realizzare a breve termine?  

Cercare di dare maggiore spazio alla fotografia sul BecomingTrendy. Non mi è mai piaciuta l’etichetta  fashion blog, il blog infatti nasce come raccoglitore di pensieri, emozioni, passioni. Non voglio che sia legato unicamente alla moda. Il BecomingTrendy parla di me, Miriam, una ragazza con tanti sogni e determinazione .

BecomingTrendy su Facebook 

Mia di Domenico e il suo BecomingTrendy
0 votes, 0.00 avg. rating (0% score)

You Might Also Like

Lascia una risposta

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>