Silvia Tampucci, la fotografia che viene dal cuore.

  • 10_FRAMMENTI-DI-VITA_SILVIA-TAMPUCCI_201311/10
  • Foto di Silvia Tampucci

    Foto di Silvia Tampucci

    2/10
  • 08_FRAMMENTI-DI-VITA_SILVIA-TAMPUCCI_20133/10
  • 07_FRAMMENTI-DI-VITA_SILVIA-TAMPUCCI_20134/10
  • 06_FRAMMENTI-DI-VITA_SILVIA-TAMPUCCI_20135/10
  • 05_FRAMMENTI-DI-VITA_SILVIA-TAMPUCCI_20136/10
  • 04_FRAMMENTI-DI-VITA_SILVIA-TAMPUCCI_20137/10
  • 03_FRAMMENTI-DI-VITA_SILVIA-TAMPUCCI_20138/10
  • 02_FRAMMENTI-DI-VITA_SILVIA-TAMPUCCI_20139/10
  • 01_FRAMMENTI-DI-VITA_SILVIA-TAMPUCCI_201310/10

Silvia è una persona comune, semplice. Di lei ci ha colpito proprio la semplicità nell’interpretare la fotografia. Estremamente profonda di significato ma allo stesso modo leggibile da tutti.

Ecco cosa ci ha detto in un’intervista.

Di lei dice… sono Silvia, e alla veneranda eta’ di 33 anni ho scoperto la passione per la fotografia. Questo nuovo mondo mi affascina molto e quel che più vale, a mio avviso, e’ che mi fa star bene, mi fa in qualche modo staccare dalla realtà e vivere in un universo parallelo se cosi si può definire.

Il tuo primo approccio alla fotografia: raccontaci come hai iniziato ad appassionarti a questo mondo.

Bella domanda. Un po’ per caso, un po’ per poter esprimere ciò che non sempre riesco a esprimere a parole. Comunque è subentrata nel periodo che ho rallentato a danza… sara’ un caso o forse no?!

La tua attrezzatura: cos’hai nel tuo zaino, cosa vorresti e cosa non compreresti assolutamente?

Ho una semplice e basilare Nikon d3000 con qualche obiettivo economico. Il sogno nel cassetto è il famoso Nikon 70-200 2.8, ma ahimè non posso permettermelo adesso. Cosa non comprerei… domanda di riserva?

Il tuo mondo fotografico: cosa ti piace fotografare, cosa vorresti imparare a fare e cosa invece non fotograferesti mai. Ovviamente, spiegaci bene il perché delle tue scelte.

Ho iniziato fotografando teatro, danza, musica, visto che da anni faccio parte personalmente di quel mondo. Ultimamente sto sperimentando un po’ la tecnica del mosso e sto andando più sul personale e introspettivo. Ovviamente è bene imparare a fare un po’ tutto , mai non fare qualcosa altrimenti non si cresce, di conseguenza non c’e’ niente che non fotograferei a priori.

Tecniche fotografiche particolari: se le usi, quali sono e perché le usi?

Cerco di ascoltare il mio istinto seguendo le regole di base, come inquadratura e luce, anche se spesso mi affido al momento che sento.

 Se tu volessi fare un corso di fotografia, quale faresti e perché (valgono anche corsi di fotoritocco, programmi specifici…) ?

Ho iniziato nel 2011 facendo un corso di foto di scena al teatro Goldoni di Livorno, successivamente ho seguito un corso di post produzione e da un anno sono iscritta ad un fotoclub (fotoclub 9) a Livorno, che mi sta dando spunti molto interessanti e facendo conoscere una nuova vita fotografica (letture di portfolio, incontri fotografici).

La post produzione: cosa utilizzi, come, perché e quanto ti piace modificare le foto. illustraci le tue tecniche e le tue modifiche preferite.

Utilizzo principalmente Lightroom anche se sto iniziando ad usare Camera raw e Photoshop. Mi piace modificare la foto come luce se necessario o qualche filtro leggero ma non stravolgerla completamente.

Hobby o professione… quali sono le tue aspettative nel mondo fotografico?

Non ho aspettative al momento, lo sto facendo come hobby e mi piacerebbe piano piano ricavarci qualcosa a livello economico per poter comprare nuovi obiettivi.

Fotografare Livorno: cosa ti piace, cosa non ti piace, cosa non hai mai fotografato ma vorresti e cosa non fotograferesti mai a Livorno?

Ho fatto poche foto della nostra città, qualcosa al mare, la classica terrazza, un po’ in Venezia ma niente di interessante a mio avviso. Magari ci penserò su.

Fotografia per il futuro: raccontaci le tue prossime mosse nel campo fotografico.

Mah, alcuni progetti li ho, devo solo trovare il tempo di scattare. In questo periodo mi sono dedicata all’allestimento di un paio di esposizioni e ne sto progettando altre due per i prossimi mesi, sono sempre utili per farsi conoscere. A fianco della parte più fotoamatoriale, se cosi si può dire, c’e lo spazio per collaborazioni e piccoli servizi fotografici.

Lascia un consiglio per la nostra “redazione” (anche se non siamo una testata giornalistica)

Date spazio a coloro che amano questo campo per poter esprimersi. Bell’idea la creazione di questo sito!

Silvia Tampucci, la fotografia che viene dal cuore.
0 votes, 0.00 avg. rating (0% score)

Lascia una risposta

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>